politicamenteincazzati

Forum di Cultura Generale
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi    

Condividere | 
 

 Conferenza stampa di Marco Ferrando: la diretta.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Cafonal
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Conferenza stampa di Marco Ferrando: la diretta.   Sab Mag 30, 2009 2:23 am






ore 21.52 Appello finale. Non disperdete il voto votate noi che non tradiamo. Bella trovata quella di girare a suo vantaggio le accuse dei nemici. Si chiude qui. Tutto sommato non male. non era facile difendere la sua posizione, e pur tra mille contraddizioni Ferrando ha dimostrato di avere la stoffa. Da qui a essere eletto ne passa.

ore 21.50 Il nostro Robin Hood dopo aver ricapitolato i capisaldi della sua filosofia viene interrogato sulla TAV. TAV????? Cosa spendete i soldi per queste quisquiglie da ricchi quando c’è da rifare tutta la rete ferroviaria nazionale che serve ai poveracci. E poi c’è da riparare le fogne e gli acquedotti, le scuole, gli ospedali. Tutto questo produrrebbe i posti di lavoro che ci servono! Be’ semplice, e chi li paga? Boh.

ore 21.45 Si rientra in campo storico. Bene. Qual è il paese in cui si riconosce maggiormente nel mondo attuale (un modo per capire se la sua rivoluzione è realizzabile)? Nessuno. Ah ok. Viene accusato di essere un velleitario; ma nooo, il suo è un discorso di prospettiva. Si deve fare il governo dei lavoratori. Il capitalismo ha fallito: cambiamo la classe dirigente eee… finalmente dagli alla Chiesa! Sinistra e Destra hanno votato insieme l’esenzione fiscale del clero (ullallà!) e invece “noi” comunisti quelle risorse le dobbiamo dedicare ai lavoratori.

re 21.36 Nuovo cavallo di battaglia: la liberazione dalle banche e dai mutui usurari. Il sistema del credito va nazionalizzato (vedi programma). Ambrogi insiste sul tema: coem si può nazionalizzare senza che i partiti assumano il controllo di tutto? I lavoratori devono controllare i libri contabili delle aziende (ehhhh????) Si affaccia lo spettro di un Grande Fratello al contrario. Le liberalizzazioni hanno mandato il paese a catafascio in tutti i settori.

ore 21.31 Arriva la carta stampata e finalmente si parla di proprietà privata. Qui si va al sodo e finalmente meniamo un po’ le mani. Ferrando spara sulle banche e sui grandi imprenditori; loda il tomo di Stella “La Casta” (qui lo amo) e sbertuccia la classe dirigente macchiatasi di crimini che stanno andando in prescrizione. Sull’immigrazione è poco chiaro, ma rivendica ancora la propria unicità e purezza.
Martini gli ricorda l’espulsione da RifCom per le sue dichiarazioni contro i militari italiani in Iraq dopo Nassirya, e lui per la prima volta vacilla. Parla di diritto alla resistenza e lascia intendere di essere stato male interpretato. Il clero sciita è contro il partito comunista quindi lui è contro il fondamentalismo, ovviamente. E il Tibet? E’ oppresso e ha diritto alla libertà. Boicottare le olimpiadi? Non sa, non risponde.

ore 21.23 Augias: “Veltrusconi unico soggetto? Chi preferisce che vinca?” Eh sono uguali uguali: politica estera e sociale identiche, così come i voti d’appoggio su missioni militari, precarizzazione del lavoro e il grande trais d’union Gianni De Gennaro. Il resto è dialettica politica.
E’ estremo ma a suo modo credibile, è comunista e ne va orgoglioso, dando di mazza ferrata a destra e a manca. Miele si lamenta della sua prolissità.

ore 21.15 Con Ambrogi si gioca in casa? Vediamo… “Cosa vi distingue dalla sinistra arcobaleno?” Il trasformismo e il compromesso col potere. Noi siamo gli unici a non cercarlo. Gli eredi del vecchio PCI si sono alleati con gli industriali e sono confluiti nel PD. Gli Arcobaleno vanno da soli solo perché Veltroni li ha scaricati. Rutelli papista, Bassolino sepolto dai rifiuti e chi più ne più ne metta. In buona sostanza “noi siamo gli unici puri”

ore 21.05 Ferrando, vaga somiglianza con Mario Brega (Bianco Rosso e Verdone, “so comunista così”) si presenta serio e accigliato come si conviene. Conduce Giovanni Miele. Giornalisti in studio Ambrogi (TG3) Fusi (Messaggero) Martini (La Stampa) Augias (TG1). Il capo del PCL prende subito le distanze dal comunismo dittatoriale, ma poi parla di guerre coloniali e rivincita socialista sul capitalismo. Sullo sfondo il simbolo ben in evidenza della falce e martello da’ un po’ i brividi.
Tornare in alto Andare in basso
CHRI'S

avatar


MessaggioTitolo: Re: Conferenza stampa di Marco Ferrando: la diretta.   Sab Mag 30, 2009 2:49 am

IL COMPAGNO FERRANDO è UN GRANDE UOMO: SERIO, UMILE E ONESTO....ADAMANTINA DIREI.
Tornare in alto Andare in basso
 
Conferenza stampa di Marco Ferrando: la diretta.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La vita in diretta
» ZINGONIA (BG) - POLICLINICO SAN MARCO
» intervista per La vita in diretta
» Corso di Marco Bonvicini a Roma
» Beauty Image Group 29 maggio Catania Evento Unghie e Champagne con la Presenza di Marco Bonvicini!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
politicamenteincazzati :: La tua prima categoria :: Il tuo primo forum-
Andare verso: